come aiutarci:






Conti intestati a ONLUS AMICI DEL GUATEMALA:
- C.C. Banca Etica IT39S0501802800000000107613 (per bonifici)
- Postale N°12582540 (per versamenti con bollettino postale)

lunedì 21 marzo 2011

RIUNIONE ASSOCIAZIONE sabato 26 marzo

AMICI DEL GUATEMALA ONLUS
Verbale della riunione del giorno 26/03/2011
La riunione si apre alle ore 16:30 presso la sede dell’Associazione a Siena. Sono presenti le seguenti persone:
- Athos Turchi - Elena Palmisano - Gianna Berti - Mirella Bruttini - Lorenzo Baldi - Alessandra Moggi - Marzia Bisogni - Michela Di Renzo - Annamaria Cerretani - Fabio Cerretani - Marina Grassini - Rolando Marchesini - Cesarina Marchesini - Barbara Cerretani - Marco Santoni
Il Presidente dichiara aperta la seduta e passa ad illustrare i diversi punti all’ordine del giorno.
Prossime attività
Nei giorni 14 e 15 maggio prossimi è prevista a San Domenico di Siena l’usuale “due giorni” di promozione dell’associazione e raccolta fondi. Ci saranno la fiera del dolce e la pesca di beneficienza, oltre al classico mercatino dei tipicos.
È inoltre in previsione l’organizzazione di una cena pro Guatemala presso la Casa del Popolo di Borgunto, a Fiesole. La data ipotizzata è il 6 maggio pv o, in alternativa, il 5 maggio. Come prima cosa, occorre verificare la disponibilità della sala e della cucina, per cui si decide di chiedere a Silvia Mantovani di contattare la CdP per le opportune verifiche. Una volta definita la data, si rimanda ad una prossima riunione apposita l’organizzazione della serata.
Quetzal
I testi per il Quetzal sono completati e gli ultimi vanno inviati a Silvia Mantovani per l’impaginazione, dopodiché si procederà alla stampa tramite il servizio online. Da inserire la notizia sulla cena a Borgunto.
Progetti
Padre Ottavio avrebbe espresso l’idea di richiedere al Monte dei Paschi un finanziamento per l’installazione di gabinetti “a secco” nelle aldee. Da una ricerca effettuata da Francesco Ciampinelli, si tratta di strutture molto costose (20.000 euro l’uno), il che rende improponibile la cosa. Si può verificare se esistono tipologie meno costose.
Sul sito e sul nuovo Quetzal lanciata la campagna per il progetto della vacca pregna.
Un altro progetto da finanziare è il contributo per i tetti delle case della ricostruzione del villaggio di Los Arroyos (circa 25 famiglie), che deve essere spostato per fare posto ad una riserva naturale. Il nuovo sito è già stato scelto le persone della comunità ci chiedono di coprire il costo della lamiera per i tetti: intorno ai 200 euro per ciascun tetto, il progetto comunque sarà lanciato più avanti dopo quello della vacca pregna.
Un ulteriore progetto potrebbe essere la realizzazione di una “tienda” per l’esposizione e vendita dei prodotti agricoli del mercato equo e solidale che si tiene a Dolores, anche in questo caso sono necessarie ulteriori informazioni, soprattutto per quanto riguarda il luogo prescelto.
Un lungo dibattito si apre poi sul problema del dormitorio al Collegio San Martin de Porres: la visita effettuata recentemente dai partecipanti al viaggio in Guatemala, ha evidenziato una situazione disastrosa di affollamento, con conseguenti rischi particolarmente in caso di incendio. Il dormitorio ospita attualmente 59 persone e contiene materiale altamente infiammabile, come abiti, coperte e mobili di legno. Si decide di procedere come segue:
1) realizzare un progettino minimale di risistemazione, che preveda massimo 40 persone (Elena e Silvia butteranno giù uno schema);
2) inviare tale progetto in Guatemala per avere un’idea dei costi;
3) prevedere la realizzazione di un ulteriore edificio che possa ospitare le persone rimanenti (spostando eventualmente il nuovo dormitorio nelle attuali aule vicine a quello esistente).
Brochure pubblicitaria
Si decide di realizzare una brochure “pubblicitaria” che descriva tutte le attività ed i progetti dell’associazione, eventualmente suddivisa in due librettini di max. 12 pagine ciascuno: uno relativo al Collegio e al Centro Poliformativo, l’altro sui progetti sociali ed agricoli.
Adozioni
Si discutono i soliti problemi relativi alla difficoltà di gestione delle adozioni a distanza, soprattutto per quanto riguarda i contatti con le famiglie che non pagano. La proposta, avanzata da Neri in una precedente circostanza, è quella di chiudere le adozioni all’età di 15 anni ed inserire, eventualmente, un altro periodo di supporto allo studio.
Varie
Gianna comunica che alla fine di maggio ci sarà a Pavia un incontro di tutte le organizzazioni che si occupano del Guatemala, a cui parteciperà anche la nostra associazione.
Null’altro essendovi da deliberare e nessun altro chiedendo la parola, il Presidente dichiara chiusa la seduta previa redazione, lettura ed approvazione del presente verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario alle ore 19:00.


Il Segretario Il Presidente
(Elena Palmisano) (Athos Turchi)