come aiutarci:






Conti intestati a ONLUS AMICI DEL GUATEMALA:
- C.C. Banca Etica IT24X0501802800000011076130 (per bonifici)
- Postale N°12582540 (per versamenti con bollettino postale)

sabato 8 dicembre 2018

Auguri con Amici del Guatemala



Cari Amici del Guatemala e anche miei,
il Natale cristiano è prossimo: Dio nasce nella capanna di Betlem. E perché? Non aveva altro da fare? Riflettiamo. Dio non ha detto: «io sono Dio e voi una massa di fetenti peccatori» ma si è fatto uomo ed è diventato come noi. Così ogni cristiano non può mai dire «io sono italiano voi africani», o «io sono bianco e voi neri» o «io sono europeo e voi immigrati extracomunitari» o «io sono ricco e voi siete poveri» o «io sono il capo e voi i sudditi» o «io sono il padrone e voi i lavoratori»… ecc. ecc. Insomma ogni qualvolta che il cristiano si pensa diverso da ogni altro non è un cristiano perché il Dio in cui crede non fa così, infatti, proprio per non far pesare agli uomini l’infinita distanza tra Lui e le sue creature…, SI FA UOMO, perché non vuol entrare nella storia umana come diverso dagli uomini, come un extracomunitario vorrei dire.
Tutti i nostri valori umani li deriviamo da questo assunto cristianissimo, e possiamo parlare di diritti perché prima di tutto non abbiamo voluto differenziarci dall’africano, dall’immigrato, dal perseguitato, dal violato, dall’abbandonato, dal vessato… ogni qualvolta che ci sentiamo diversi da tutti questi: bene, non abbiamo più diritti perché non li riconosciamo nell’altro come nostri.
Ciascuno di noi è bianco, nero, rosso e giallo; ciascuno di noi è un migrante, violato, perseguitato, affamato; ciascuno di noi è lì dentro acque marine infide, è lì nei campi di lavoro e di tortura.
Quando abbiamo eliminato ogni divisione tra «noi e loro; tra l’io e il tu» - perché in Dio non esiste un “loro” o un “altri” o “i diversi” – allora alziamo il capo e guardiamo lontano un futuro grande è in arrivo.
Questo è l’augurio natalizio che invio a tutti gli Amici del Guatemala per incoraggiarci a rimanere fedeli a quei valori umani che nell’Associazione crediamo, difendiamo e sosteniamo con l’intento di generare una nuova umanità più umana e dignitosa.
P.Athos Turchi